Uomo. Bipede. Vive in tane di cemento che accatasta le une  alle altre distruggendo la vita per farsi spazio. Si muove in scatolette di metallo con ruote sotto (e con un tubo puzzolente di scarico in fondo) anche per brevissimi tratti. Innalza muri per proteggere il suo territorio invece di segnalarlo con l'orina come fanno gli altri. Ama sporcare l'acqua che beve, la terra dove mangia, l'aria che respira, e chiama con disprezzo porco un'altro animale che č pių pulito di lui in condizioni normali.  Non avendo unghie affilate, zanne particolari e muscoli potenti ha inventato strumenti mortali che utilizza per il suo gioco preferito: la guerra. Alcuni di loro accumulano oggetti di tutti i tipi, altri stanno tutto il tempo a guardarsi. E' estremamente prolifico soprattutto  in condizioni di miseria. Pure scoreggiando, mangiando, defecando, dormendo, facendo sesso, litigando nel branco (eccetera eccetera) come le altre bestie  si č autoproclamato speciale, diverso, migliore e superiore grazie all'evoluzione del bastone  dei suoi cugini scimpanzč. TORNA AD ANIMALI