SPAZIO LIBERO DEI LETTORI E NEWS

La valpolcevera è libera ed indipendente e non finanziata da alcun organo politico. Le lettere vengono firmate solo se esplicitate dal lettore.

 

Continuiamo su facebook!

Per ulteriori NEWS e interventi dei lettori  vISITA la nostra pagina su facebook!

 

CASO CHIUSO - L'AMIU HA RISOLTO LA STUAZIONE SUBITO DOPO LA NOSTRA SEGNALAZIONE

26-05-2014 Segnalo pericolo amianto davanti all'impianto sportivo prima dell'ipecoop l'aquilone a Bolzaneto. Qualche imbecille ha gettato un coperchio di amianto dove giocano i bambini ed è presente lì da parecchi giorni.

Grazie. Ricordiamo ai lettori di segnalare direttamente all'AMIU questi problemi.

 

 

Il vostro sito ha il coraggio di dire la verità, oltre gli interessi politici e imprenditoriali. Grazie per la vostra libertà e indipendenza. Avete infatti segnalato da anni il rischio delle frane in collina, della distruzione del territorio cementificazione dopo cementificazione, Le frane di questi giorni vi dano ragione. (...)

Grazie a lei. Almeno qualche messaggio di sostegno ci fa piacere. Noi non facciamo che riportare le segnalazioni che i geologi da decenni ripetono, ma come dice lei gli interessi dei palazzinari e d'altri settori talvolta hanno la meglio finendo per causare disastri e disagi successivi.

Frana verso san Cipriano

Frana verso Cesino

 

 

Vorrei segnalare spesso nella strada interna che da Pontedecimo arriva alla iperCoop Aquilone oltre la spazzatura vengono lasciate macchine e moto rubate.  Adesso che con l'indulto o l'amnistia verranno lasciati liberi i ladruncoli dovremo aspettarci di peggio, E già che ci sono perchè invece di lasciarli liberi non li utilizzano a fare dei lavori di manutenzione che c'è il torrente pieno di alberi e i sentieri rotti e pieni di rovi?

Grazie della segnalazione. Lei ha sollevato un grosso problema che sarebbe facilmente risolvibile col buon senso (oppure aprendo nuove carceri o quelle dismesse, ma meglio come dice lei). In effetti come dopo l'ultimo indulto c'è da aspettarsi una impennata di criminalità e quindi anche dei furti di macchine e moto. Poi, sempre ricordando quello che è successo, una buona parte di ladruncoli verrà ripescata nel giro di un anno e  saremo d'accapo col sovraffollamento. Forse il motivo dell'indulto è diverso, fatto sta che dovremo stare più attenti.

 

(...un paesino che era una meraviglia fino a pochi anni fa) Guardate che vergogna, adesso  dovremmo sentire le canzonette o il telegiornale anche al cimitero. Ma voi ve ne fregate dei cittadini! Non fate niente (...)

Caro signor /...) lei ci manda foto e ci accusa di non fare niente come se fossimo stati noi a dare l'autorizzazione a costruire. Noi non rappresentiamo il comune, o meglio lo rappresentiamo come cittadini come lei! Se non siamo d'accordo su certe politiche quando si andrà a votare terremo conto delle scelte fatte dagli amministratori, se buone per tutti o meno.

 

 

(...) e con la tav c'è un disastro al posto di un'altro. Avete visto le condizioni di via Campo da Tiro verso la vecchia stazione ferroviaria di san Quirico? Provate ad andarci e mi direte cosa avete visto! Comunque grazie per essere un polo di riferimento per la Valpolcevera.

Si, ci siamo stati e ha ragione lei, almeno sulle condizioni insane di questa via, non solo coperta da sterpaglie ma per un pezzo è una fogna a cielo aperto. Anche se ci fa piacere essere avvisati "delle cose che non vanno" sarebbe bene segnalarle direttamente alla circoscrizione di residenza, al comune o ai vigili. Tutto sommato il risanamento di questa via sarebbe possibile (come facevano una volta i contadini e gli abitanti delle zone vicino) rimboccandosi le maniche senza aspettare l'intervento di qualcuno, almeno fin dove è possibile. Il paragone con quello che sta facendo e farà la costruzione della tav è, ci permetta, imparagonabile!

 

 

Angelo ci chiede se c’è un significato particolare nell’immagine della casa nel verde, presente in diverse pagine della “valpolcevera” oltre il monito che casa dopo casa delle bellissime collinette verdi della valle sono diventate ammassi di edifici, grigi “dormitori” di periferia (pensiamo alla strada lungo san Cipriano, un tempo costeggiata da qualche isolata casetta circondata da orti e da boschi…)

Ebbene si. Un tempo i vecchi contadini di Langasco come “Giacomo” si ricordavano di un vecchio che contava “foe”, un curioso personaggio che parlava del futuro. Una remota leggenda vuole pure che tramandasse le rivelazioni di Beato Pareto, il mistico delle apparizioni della Madonna della Guardia.  Chi sa il genovese può immaginarsi questo vecchio che diceva “verrà un tempo in cui la terra sarà seppellita da strade e da muri, dove l’aria sarà sporca e non si sentiranno più gli uccellini cantare nel cielo ma rumori di carri di ferro in continuazione. Ma la terra ricorda chi gli ha fatto del male e chi l’ha protetta."

Insomma curiosità, fantasie popolari, ma pensiamo anche che ci sia del vero…

 

CASO CHIUSO- I POMPIERI HANNO DISINFESTATO L'ALVEARE IL 24-9-2013

Volevo avvisarvi della presenza di calabroni a ridosso della stazione ferroviaria di Pontedecimo.

Grazie, abbiamo documentato con delle immagini e avvisato  chi di dovere per eliminare un pericolo oggettivo.  Nei nidi di calabrone c'è sempre qualche sentinella che può interpretare un brusco movimento di qualche passante come un attacco al nido. Si raccomanda prudenza nel passare lungo il muro. (foto del 14/9/2013)

 

 

 

 

Gentile redazione. Io sono un cittadino che paga la tasse. Le tasse servono per mantenere il bene comune e la pubblica utilità come strade, ospedali e scuole. Le pagherei volentieri se non andassero a finire in "mangiate" come la TAV. Distruzione del territorio e nessun vantaggio per i cittadini! Onestamente cosa ne pensate, ho ragione o torto?

Ognuno ragiona coi dati in suo possesso. Sinceramente non sappiamo quantificare esattamente i pro e i contro. Certamente in Italia spesso i costi delle opere sono il doppio, il triplo e più di quelli compiuti negli altri paesi, e quel che è peggio talvolta sono inutili come ben sappiamo: strade che finiscono nel niente, acquedotti assurdi e inutilizzabili eccetera: La tav indubbiamente avrà un impatto negativo sul territorio e il rischio che anch'essa diventi inutile (senz'altro 20 e 30 anni fa c'erano condizioni diverse che potevano anche suffragarla) è reale. Guadagno di pochi (tutto l'apparato di aziende e fornitori in moto) sulle tasche dei cittadini che non avrebbero benefici ma solo costi. Speriamo non sia così e che abbiano ragione gli ottimisti che vedono in essa dei possibili vantaggi futuri. Ma i dubbi sono legittimi. Sulla questione mafia-tav si veda questo articolo del movimento 5 stelle LEGGI QUI,

 

 

ACQUE NERE NEL POLCEVERA

Gentile Staff di SPAZIO LIBERO. Vi mando queste foto che documentano la presenza di acque sporche nel polcevera all'altezza delle piscine di Pontedecimo. Cosa potete fare?

Come al solito noi niente direttamente.  Le segnalazioni devono essere inviate alla polizia municipale. Grazie della sua attenzione di buon cittadino sul suo territorio.

INFESTAZIONE DI SLOT MACHINE

Spettabile redazione. Volevo far presente una situazione a cui nessuno vuole porre rimedio. Dappertutto, dai tabaccai ai giornalai infestano le slot machine, un sacco di poveretti e di illusi armeggiano con la speranza che la fortuna rimedi. Invece di incrementare gli spazi di svago, aree verdi e piste ciclabili si fomenta il gioco d'azzardo. Ma c'è ancora in questo paese qualcuno che ha un minimo senso morale per un futuro migliore? E il comune e la regione stanno a guardare. Per televisione ho sentito che ci sono un sacco di irregolarità e che ci sono interrogazioni parlamentari a proposito (...)

Gentile signor Giovanni (...). Il comune e la regione non hanno colpa. Bisogna risalire al governo che ha permesso questa liberalizzazione. Non è vero anche che non fanno niente (vedi questo link:  http://genova.erasuperba.it/notizie-genova/regione-liguria-legge-slot-machine-video-poker-gioco-azzardo )e sempre la regione ha vietato la presenza dello slot machine vicino alle scuole http://telenord.net/2012/04/26/video-poker-scuole/ Ultimamente anche la curia di Genova si è impegnata col comune per una legge che regoli la materia ( vedi : http://www.babboleo.it/babboleo-news/24-ore-di-notizie/147493-la-curia-di-genova-contro-le-videolottery, vedi anche:

 http://www.genova24.it/2012/03/sale-dazzardo-genova-si-muove-i-comuni-devono-poter-dire-di-no-al-via-petizione-popolare-29979/ ed infine qui http://www.mil2002.org/battaglie/slot_machine.htm . Anche se capiamo l'irritazione che si può provare nei confronti di certe cose di dubbia moralità, se non peggio, non ci si può scagliare contro qualcuno o qualcosa per sentito dire o per cercare un capro espiatorio. E' necessario informarsi adeguatamente e serenamente. Altri links:

 http://www.latuavoce.it/notizie/notizia.asp?id=1618  e  http://www.mil2002.org/battaglie/slot_machine.htm

 

 

A PROPOSITO DEI PARCHI DI NERVI

Come è possibile che sia uscito il problema dei parchi di Nervi quando il Comune aveva inondato la città di locandine in cui si prometteva che si sarebbe solo costruito sul costrutto lasciando in pace le zone verdi? Vengo inoltre a sapere che la sindaco Vincenzi sta preparando una raccolta di firme per evitare che vengano cementificate anche gli altri piccoli parchi  tra l'altro dell'Acquasola come avete ricordato in prima pagina: ma se non è il comune che comanda chi comanda? Ma vogliamo scherzare? Dobbiamo fare come alla presa della Bastiglia per poter tenere un pò d'aria buona e zone senza caos di macchine? ( ...) Quando ho appreso la notizia mi è venuto un colpo poichè è una delle mie passeggiate settimanali che faccio da vent'anni per distendermi dallo stress! E adesso ci levano pure quello! Con la scusa di portare  la collezione botanica di piante   dell’Istituto Brignole, sfrattata dal vivaio comunale di valletta San Nicola, si fa un progetto elefantiaco di cemento abbinato al solito parcheggio! Si cementifica coi soldi destinati per il verde! E' il colmo. Benissimo per la serra, si butta giù uno dei tanti edifici fatiscenti di cui è piena Genova e l'entroterra e si fa. E i parcheggi sottoterra come a Losanna e nelle città progredite, in modo tale che non disturbino (poi sono anche brutti). ( firmato: un cittadino arrabbiato)

Condividiamo. Contatti le associazioni di legambiente e Italia Nostra per saperne di più.

 

LE ZONE A RISCHIO CEMENTO NON SONO SOLO A GENOVA

Gentile redazione. Vorrei far presente che se anche il comune di Genova sembra aver intrapreso un percorso virtuoso come Torino e Firenze fermando la devastazione del cemento, la valpolcevera è fatta anche da comuni come Campomorone, Ceranesi e sant'Olcese e Serra Riccò dove gli scempi edilizi non si contano, per esempio  (...)   (E. Paravidino)

Sta ai cittadini giudicare e le elezioni comunali sono vicine anche per gli altri comuni polceveraschi.

 

CONTINUA IL MALCONTENTO NO TAV E CONTRO IL TERZO VALICO

Scegliamo questa immagine tra le tante in cui si palesa il dissenso di molti cittadini contro opere dalla dubbia utilità ma certamente a danno del territorio che asfalto e cemento non fanno che soffocare la natura e alla fine anche l'uomo con essa.  Probabilmente la gente sarebbe meno arrabbiata nel pagare le tasse se queste venissero spese non per mantenere le pensioni d'oro o per imprese di cui non si capisce l'utilità.

 

        RIVALUTAZIONE AMBIENTALE

O PIUTTOSTO DEVASTAZIONE AMBIENTALE?

(...) Prima di andare in pensione facevo l'insegnante e mi capitava di ricordare agli alunni che la valpolcevera era fino al 1800  la zona di villeggiatura  delle famiglie ricche e importanti di Genova. "Doveva essere magnifica la nostra valle!" esclamò uno studente quando portai in classe un'antica xilografia in cui i boschi e le coltivazioni arrivavano a lambire la lanterna. (...) Leggevo le altre lettere e notavo l'elemento in comune, la nostalgia di un ambiente sano e bello. Nostalgia perchè anche io (...) quando ero ragazzo nonostante alcune industrie come i "fanci" a Pontedecimo e la raffineria di Garrone inquinassero l'aria, le colline erano intatte, castagne e funghi in abbondanza a due passi dai paesi. Il paesaggio era verde e libero dal via vai inquinante e rumoroso dei veicoli che salgono e scendono dalle alture sempre più cementificate. Oggi la chiamano rivalutazione ambientale e mi scappa da ridere. Lasciatemi dire che non ci credo più alle promesse dei politici sulla difesa del territorio: gli interessi finanziari e la speculazione edilizia sono troppo forti. Scusate la lunga lettera e abbiate pazienza per le nostalgie dei vecchi  che non capiscono il progresso. A.P.

Grazie per averci scritto e omettiamo i riferimenti personali come ci ha chiesto. La pazienza semmai è da portare verso  chi non comprende come questo "progresso" finisca per arrecare più danni che benefici. E' quasi patetico osservare come le persone più sensibili che cercano un pò di natura andando ad abitare nelle palazzine che si costruiscono sulle colline si ritrovino dopo qualche anno in mezzo ad altre spuntate come funghi per poi ritrovarsi così in strade intasate e puzzolenti al punto di partenza.  Effettivamente non ci si può fare illusioni su un cambiamento di marcia ma è possibile un rallentamento del processo di antropizzazione del territorio (ossia, lo spieghiamo non per lei ma per ogni lettore) di presenza umana nel paesaggio (edifici e strade)  e dell'entropia (ossia di morte dell'ambiente). Il discorso è su vasta scala, un destino matematicamente prevedibile: la popolazione mondiale aumenta di quasi un centinaio di milioni di individui all'anno (sui 7 miliardi attuali) e di alcune centinaia di migliaia in Italia a causa dell'immigrazione (dati internazionali del CENSUS). Tutto questo provoca una sempre maggiore richiesta di cibo e quindi di sfruttamento delle risorse e di inquinamento in un processo di entropia forse irreversibile. Quindi, caro professore, la pazienza non è da portare con lei ma con chi non capendo queste cose continua a distruggere un ambiente come se fosse illimitato causando danni anche a se stesso. Lei si ricorderà dell'unica profezia (in realtà una scientifica previsione) di Leonardo da Vinci ; "l'oro (i soldi, l'economia) finirà per distruggere la terra"...ma lo chiamano progresso...Si goda i suoi ricordi , quel che c'è ancora di bello e il  buon spirito che lei ha.

 

VERITA' O LA SOLITA PROPAGANDA?

a proposito della locandina del Comune di Genova c'è da crederci o sono le solite promesse da politici? ( lettera non firmata)

Le ricordiamo che i politici vengono scelti da noi, sono nostri rappresentanti e sta a noi capire chi fa solo propaganda. In ogni caso ci sono esempi virtuosi. A Torino col sindaco Fassino non si possono più cementificare le zone verdi neppure di un centimetro ed una forte stretta di vite è stata anche fatta a Firenze. Oggi più che mai l'ambiente è vita e l'antropizzazione (spazi presi dall'uomo all'ambiente naturale) significa morte per l'uomo stesso per via delle reazioni a catena: sovrappopolazione, inquinamento, distruzione delle risorse ecc. Dobbbiamo dunque essere felici che c'è ancora chi ha l'intelligenza e la responsabilità di difendere la vita contro le logiche di interesse egoistico e speculativo a danno della comunità.

 

ACQUE FETIDE A SAN CIPRIANO

Un poco prima  del cimitero di san Cipriano nella mattonata giù di sotto che scende a Pontedecimo c'è un tanfo pestilenziale. Qualche casa butta i rifiuti nel rigagnolo fetido che costeggia la mattonata. E' una vergogna che il comune permetta dei covi di malattia come questo. Complimenti per il sito. Paolo

Segnali al suo comune il fatto. Prima di parlare di inadempienze consideri che la via, alquanto malconcia, è poco frequentata e i servizi del comune probabilmente non ne sono a conoscenza. Abbiamo comunque verificato ed è davvero un deposito di liquami pestilenziali.

 

Guardate questa schifezza a Belvedere. Invece di rovinare le colline contro il bene di tutti facendo palazzine perchè non si risanano quelle che ci sono? Ce ne sono dappertutto. Ci vuole una legge che obblighi a restaurare gli edifici fatiscenti, questo tornerebbe a vantaggio di tutti e per la salvaguardia del paesaggio. Non credete? ( Pino)

Certamente. Grazie.

 


NO GRONDA, NO TAV, NO INCENERITORE !

leggo con interresse il vostro blog, dove trovo molte cose interessanti sulla nostra vallata. Ho anche notato che avete una sezione dedicata ad osservazioni fatte dagli abitanti e visitatori su problemi riscontrati sul territorio. Ed è di questo che voglio parlarvi:
Purtoppo il nostro territorio ed in particolare la nostra valle è oggi in procinto di essere devastata oltre quanto è possibile immaginare. Parlo della previsione di costruire opere come la gronda autostradale, il terzo valico e l’inceneritore.
Queste tre “mega” opere, i cui costi saranno, direttamente o meno, sulle spalle di tutti i cittadini, saranno concentrate in un’area – Ponente e Valpolcevera – in cui vive il 50% della popolazione genovese.
E sarà sempre quel 50% (lo stesso che negli anni passati si è preso carico delle raffinerie, delle acciaierie di Riva, del porto petroli, del riempimento di Voltri, del mercato ortofrutticolo, etc..) a continuare a subire non solo l’enorme disagio che la costruzione di queste opere comporterà (e si parla di una arco di circa 15 anni…), ma soprattutto i danni che le stesse comporteranno sul nostro territorio (che ricordo è dei genovesi, non delle lobbies nè degli amministratori) in termini di danno ambientale e di salute: parlo di polveri di amianto (se ne prevede la movimentazione di 6 milioni di metri cubi solamente per lo scavo della gronda), di interruzione delle falde acquifere, di aumento dell’inquinamento (alla faccia del protocollo di Kyoto!), di diossina da incenerimento, di polveri sottili, di interventi su un territorio geologicamente molto
delicato (le zone interessate sono tutte soggette a vincolo idrogeologico).
E tralascio ogni commento sulla effettiva necessità, in un momento di crisi che vede oggi quasi la metà delle famiglie italiane oltrepassare la soglia della povertà, di prevedere opere di dubbia utilità il cui costo complessivo, ancora prima di iniziare i lavori, è di circa12 miliardi di euro ( ovvero circa 24.000.000.000.000 di vecchie lire...).
Ritengo sia necessario, da parte di tutti i genovesi, di informarsi su questi argomenti, ancora prima di dire se sia giusto o meno costruire queste opere. Un sito che mi ha dato informazioni importanti è stato quello dei comitati nogronda (www.dibattitopubblico.it) dove ci sono interessanti argomentazioni relative alla effettiva utilità della gronda in termini di traffico veicolare.

ing. Davide Spinella

Condividiamo tutto quanto lei afferma. In precedenza avevamo esposto le ragioni dei comitati no gronda e le giuste proteste. Purtroppo gli interessi speculativi finiscono spesso, in Italia, per avere la meglio su quelli del bene comune. Ma continuare a far sentire dei valori in un mondo duro d'orecchi  al loro richiamo è sempre un'attestazione che qualcosa di sano e di buono c'è sempre tra la gente e in qualche suo amministratore illuminato. Grazie.

 

SEGNALAZIONE ABUSI EDILIZI: QUESTA NON E' LA SEDE

Volevo sapere chi deve controllare il territorio, mi risulta la polizia municipale. Giusto? durante le  passeggiate che faccio in val polcevera ho notato diverse volte delle palazzine in costruzione senza i cartelli obbligatori indicanti i permessi e chi fa i lavori. Ieri per esempio dalla Gaiazza (...) ho visto una di quelle. Oltre quelle cementificazioni orribili ma regolari che hanno fatto a (...) adesso dobbiamo sopportare anche queste? Vi mando le foto e le indicazioni così potete controllare. E un'altra cosa. Vi ricordate quei palazzi (...) . Come è possibile che l'abbiano lasciati costruire e nessuno ha detto niente?

Non è la prima volta che ci vengono segnalati possibili abusi edilizi. Facciamo presente ai lettori che non possiamo ovviamente pubblicare le foto e dare indicazioni precise in mancanza di prove e di verifiche. In ogni caso questa non è la sede adatta indipendentemente dalla collaborazione con le forze dell'ordine di cui diamo tutti i riferimenti. Vigilare comunque è anche compito di ogni buon cittadino come lei che ha a cuore il bene comune e il territorio. Questi casi vanno segnalati non a noi ma direttamente alla polizia municipale o parlandone  con qualche amico e conoscente della polizia.

 

 

LA DEVASTAZIONE DEL PAESAGGIO

Mi sento di cuore di ringraziarvi per quello che state facendo per salvaguardare la valle nel mezzo di tanti menefreghismi dei politici e dei privati, anche io sono dispiaciuto nel vedere le colline giorno dopo giorno sventrate dal cemento e con la mancanza del verde sempre meno aria buona ma tanfi e veleni. Purtroppo la distruzione del paesaggio della natura non risparmia niente, anche nei posti più pregiati a livello turistico come Courmayuer c'è stata una devastazione di cemento. Comunque lottare per la vita è un modo per sentirsi vivi. Grazie ancora.

Grazie a lei. I greci chiamavano la terra Gaia vedendola come un organismo vivente in cui ci siamo anche noi, essere umani: Non sono pochi anche gli scienziati che ne sono convinti: è proprio così, Gaia o Madre Natura si ricorda di chi la difende e cerca la pace e l'armonia e di chi come una cellula tumorale la danneggia per i suoi ciechi interessi. Cercare il bene dell'umanità equivale oggi salvare il suo habitat, la Terra, e nel nostro piccolo cerchiamo di fare qualcosa rispettando l'ambiente.

 

 

ORRORI DI CEMENTO

Apprezzo il vostro impegno, ma lo interpreto come una documentazione del decadimento e della distruzione della valle. Io sono vecchio e ho visto le colline una dopo l'altra cementificarsi, una costruzione dopo l'altra. Dove si andava per funghi o per castagne adesso c'è asfalto e mattoni e smog.  Ci sono orrori che in un paese civile non sarebbero permessi, sventrano le colline e piazzano muraglioni anche per una casa soltanto. Ma siamo in Italia, paese dei ladri e del malcostume! Vi invio questa foto che è tutto detto! ( Vincenzo )

Capiamo il suo sfogo. Abbiamo preferito ritoccare la sua foto non tanto per non renderla identificabile ma per farne un esempio generale, privata com'è di punti di riferimento. Molti dei lettori della valpolcevera di una certa età si ricordano come lei della bellezza del paesaggio e della devastazione dovuta alla speculazione edilizia, ma è segno di una mentalità diversa, alla fine autodistruttiva poichè distruggendo la natura si distrugge chi ci abita,se stessi e i propri  figli. Cosa possiamo dirle? Purtroppo il 2012 è solo una leggenda ma una bella apocalisse sarebbe tanta salute per il genere umano. Così, detto  per metà, per ridere...
 

 

                    

UNA COSTRUZIONE STRANA

A Mignanego, in prossimità della stazione, già sul ponte si vede questa costruzione. Sapete Cosa è? Una antica chiesa ?

Crediamo si tratti di un vecchio edificio dei primi del secolo scorso costruito dalla ferrovia per i lavoratori anche allo scopo  di immagazzinare il carbone o altro materiale.

 

SPAZZATURA SUL LAGHETTO

Guardate un pò come hanno lasciato il laghetto di Cravasco . Decine di sacchetti di plastica, lattine, bottiglie sparse dappertutto. Gli italiani non si meritano le cose belle perchè non le rispettano, bisognerebbe privatizzare tutte le zone  di interesse paesaggistico per renderle inaccessibile al popolo. (Paolo A.)

Non sono gli italiani ma solo degli incivili a cui nessuno ha insegnato a rispettare se stessi e gli altri. Purtroppo in Italia i reati contro l'ambiente e non solo, sono quasi sempre ignorati e per fortuna ci sono persone come lei che non accettano questo menefreghismo. Invece di negare al popolo di usufruire dei beni esso andrebbe educato per farne una nazione civile.

.

 

BRUTTEZZE E OMERTA'

Nel vostro sito, al di là delle lettere, sembra che si cerchi di nascondere le bruttezze della valpolcevera, casermoni di cemento schifosi e opprimenti, ruderi, posti di drogati e delinquenti. C'è mica tra voi qualche giornalista di xxx x  o di xxxxxxxx?

Avremmo potuto cestinare questa lettera ma come vede pubblichiamo tutto, anche le critiche.  La Valpolcevera non è diretta da nessun organo di controllo per cui è indipendente e libera, stia tranquillo. Ci mandi tutte le foto delle schifezze che ci sono (e in effetti ce ne sono tante!) e le critiche che vuole e non le nasconderemo.

 

DROGATI E MOTO RUBATE IN VIA RICCIOTTI

All'inizio di via Ricciotti a Rivarolo il comune non potrebbe mettere uno sbarramento doppio, magari rimovibile,  per far passare solo i pedoni evitando così che portino su macchine e moto rubate se non addirittura rifiuti pericolosi ? Vada per le siringhe dei drogati ma veder trafficare dei ladri di sera non è piacevole!

Lei non è l'unico ad aver segnalato il problema. Lo faccia presente ai vigili urbani e speriamo che qualche funzionario del comune si prenda a cuore il problema.

 

 

UN METEORITE SULLA BOCCHETTA

 

Sulla Bocchetta ho trovato questa pietra grigia pesantissima che sembra fusa. E' possibile che si tratti di un meteorite? (Nino R.)

Non sarebbe impossibile escludendo che sia di origine vulcanica o un pezzo di ghisa. A occhio sembrerebbe di si ma solo da un esame fisico chimico potrà avere la certezza che sia un minerale proveniente dallo spazio. Comunque se c'è qualche geologo od esperto tra i visitatori che vorrà rispondere a posta@polcevera.net le faremo sapere.

 

 

SEGUE: GIRA PAGINA